Motivazione allenamento

Buongiorno 🙂

Oggi volevo trattare un argomento veramente vasto, ma toccherò solo alcuni punti perchè altrimenti dovrei scrivere molto: la motivazione allenamento.

” Interessante Francesco, quindi mi dirai come poter prendere la giusta motivazione per iniziare l’allenamento o iniziare un percorso!”

Ehm, no! Non sono un motivatore, non lo sono mai stato, haha. Dico davvero non è nella mia indole.

Amo salvare chi si vuole salvare, ma chi non lo vuole mi spiace non siamo compatibili.

La migliore descrizione che ho letto in un test sul web di una parte di me ( hai presente quei test idioti che ti chiedono:” Quale animale vedi per primo rivela chi sei!”, amo il fatto che qualunque risposta leggi va bene o nessuna) è questa:

” Non permetti agli altri di determinare il corso della tua vita perchè hai la lucidità di capire che vivere per compiacere gli altri porta solo rimpianti. Non perdi dunque tempo a cercare di fare le cose per gli altri e le persone tendono per questo a rispettarti ammirando il tuo valore”.

Minchia, aggiungerei, pacca sulla spalla, bravo Francè haha.

Scherzi a parte mi piace donare tutto quello che so, ma solo a chi è motivato e portato ad ascoltare ed applicare.

Se una persona viene da me in cerca della spintarella:” Hey Francesco, devo perdere 10kg, devi farmeli perdere!”. C’è anche per caso un “Oppure te ne pentirai amaramente?”.

E poi io? TU devi perderli mica io, quindi la motivazione la cacci tu io ci metto la conoscenza e i mezzi.

Rude, ma giusto.

” Svegliato male stamattina eh Francè?”

Haha no è che mi piace essere chiaro in tema motivascional.

Non amo i trainer dai 10000 clienti soddisfatti, semplicemente non ci credo. Credo nei pochi e soddisfatti, contenti e con una vita migliore non solo fisicamente.

Se hai realmente bisogno di un motivatore scegli un motivatore, un coach, un life coach, mental coach. Non sono esperto in queste figure quindi lascio a te la decisione.

Rivolgersi ad una persona come ho letto su un profilo: massoterapista, trainer, insegnante yoga, pilates, coach, esperto in nutrizione bla bla bla, pizzaiolo nei weekend niente? Se sei specializzato in tutto non lo sei veramente in nulla, ricordatelo 😉

Sapete cosa spinge dunque una persona a trovare la motivazione di allenamento?


Un bisogno.


Tutti quelli che trovano una motivazione per allenarsi hanno un bisogno alla base da soddisfare. Che sia la voglia di sfogarsi della giornata, che sia il fatto di sentire le endorfine scorrere nel sangue( le sostanze che ti fanno stare bene dopo un allenamento), che sia il piacere di sentire il proprio corpo in movimento, che sia il voler vedersi bella o bello, attraente ecc ecc.

Insomma la motivazione nasce dal bisogno, ma non solo. La motivazione allenamento la puoi creare anche attraverso l’abitudine. Perchè se ci pensi la tua vita è composta da routine continue, schemi continui che applichi infinite volte. Prova a pensare a come ti alzi dal letto e cosa fai: se ti analizzi sui 7gg della settimana ti accorgerai che applichi una routine e questa spesso è difficile da cambiare.

E’ una cosa giusta e ovvia, un po’ come percorrere la strada in macchina per andare al lavoro. Se sai che quella è la tua routine non è che domani vai in elicottero per andare al lavoro o comunque se sì fai un fischio che un giro lo voglio fare anche io.

” Oh Francesco caccia queste idee per trovare la motivazione!”

Ok, ma stai calmo/a haha.

Ecco qua i consigli che posso darti per trovare la motivazione di allenamento in ordine di importanza:

  1. Programma e mantieni costante il tuo appuntamento o i tuoi appuntamenti per allenarti. La costanza ti porterà ad una abitudine, una routine e quindi diventerà una motivazione.
  2. Il tuo allenamento deve farti provare un’emozione, deve farti sentire viva o vivo e no non centra nulla con la fatica. Se quello che cerchi è solo la pura fatica in realtà stai cercando altro, ma ora non ne parlo.
  3. Il tuo allenamento deve darti una ricompensa: che sia il sorriso sul viso per esserti sfogata/o, che sia il gluteo bello tonico ora, che sia il bicipite tondo, che sia un peso che non riuscivi a fare, ma ora sì. Insomma devi portarti via sempre qualcosa, importante è che sia qualcosa di accessibile, tangibile e piccolo.
  4. Trova un compagno di allenamento che può essere anche il tuo personal trainer, ma deve essere un appoggio che se manca tu resti in piedi ricordalo.

Eccoci qua. Mi spiace essere stato un po’ duro agli inizi, ma devi capire che:


In questo mondo chi prende le decisioni, chi è capace di cambiare la rotta del tuo destino, chi vuole un cambiamento sei solo tu. Sei tu a volerlo e nessun altro, tutti quelli attorno sono mezzi, ma l’azione la porti a termine tu.


Se sei interessato o interessata negli anni ho creato un sistema di allenamento altamente motivante perchè interamente costruito sulla persona, si chiama metodo R1goni. No il cognome è corretto ,quell’1 sta ad indicare 1 volta alla settimana di allenamento.

Il mio metodo comprende tutti i punti scritti sopra e molti altri che non ho scritto.

Se sei curiosa o curioso ti invito a questa pagina:

Mi raccomando ragiona su di te e applica i punti sopra esposti e la motivazione non sarà più un problema.

A presto.

Francesco

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.